Storia

Autenticità, genuinità, bontà.

le origini

Conoscete già la pannaghiaccio?

La pannaghiaccio originale nasce nel 1949 da una ricetta semplice e genuina formulata da Renzo Schizzerotto.
Pochi ingredienti, sempre gli stessi da 70 anni ormai: panna, latte, cacao e cioccolato.

È Renzo Schizzerotto l’ideatore di un prodotto che – nella sua semplicità – si conferma ancora oggi, dopo oltre 70 anni, un grande successo.
Originario di Noventa Vicentina, Renzo aveva cominciato la sua attività nella città di Este, nel 1949.

Fin da subito al suo fianco c’è il figlio Giuseppe, che con il padre condivide il grande amore per l’arte gelatiera.
Una costante dedizione e tanti sacrifici, fanno sì che riescano ad avviare ben presto una gelateria, che fin dalle origini si dimostra essere una scommessa perfettamente riuscita.

La primissima gelateria rimase in mano alla famiglia Schizzerotto fino al 1982. Poco dopo, ci fu un cambio locale, con la voglia di crescere sempre di più.

Oggi la gelateria si chiama Vaniglia Cioccolato e ha sede in via G. Negri 2, nel cuore di Este.

gli ingredienti

Dal 1949 sono 5, semplici e genuini.

Non servono additivi o coloranti, gli ingredienti usati per la realizzazione della pannaghiaccio sono sempre gli stessi, freschi e naturali.

Panna
Panna
montata esclusivamente con metodo meccanico e naturale
Latte intero
Latte intero
di sola origine italiana
Cacao
Cacao
ottenuto solo dalle migliori fave
Cioccolato
Cioccolato
cremoso e avvolgente
Zucchero
Zucchero
dolce e raffinato

renzo e giuseppe

Padre e figlio, uno affianco all’altro hanno dato vita a un prodotto unico.

Terminata la scuola alberghiera, Giuseppe ha iniziato ad affiancare il papà Renzo nelle sue avventure lavorative. In comune avevano una grandissima passione per l’arte gelateria, ma anche la voglia di migliorarsi e rinnovarsi. La ricetta originale infatti è stata ideata da Renzo ed è rimasta invariata, ma Giuseppe ha sempre avuto un occhio molto innovativo che ha potuto riversare sulla gelateria, Vaniglia Cioccolato.

Renzo ha passato a Giuseppe tutti i segreti della pannaghiaccio, la sola e unica: ancora oggi Giuseppe custodisce molto gelosamente quanto imparato dal padre. Nemmeno i suoi collaboratori sanno quali sono le effettive pesature degli ingredienti. Il laboratorio di Giuseppe è in costante crescita vista la grande richiesta di pannaghiaccio.